Cogno Assicurazioni | Cosa fare in caso di incidente stradale
7731
page-template-default,page,page-id-7731,ajax_fade,page_not_loaded,smooth_scroll,,qode-theme-ver-3.10,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.3,vc_responsive

Cosa fare in caso di incidente stradale

Tutto quello che ti è utile sapere in caso di incidente:

SUL LUOGO DELL'INCIDENTE

È essenziale chiarire la dinamica per compilare in modo preciso il Modulo Blu detto anche CAI – Constatazione Amichevole di Incidente con tutti i dati dei soggetti coinvolti e la spiegazione di ciò che è successo.
Se ti è possibile, prima di muovere i veicoli coinvolti, scatta alcune foto di modo che siano ben visibili i numeri di targa e i danni riportati.
Indica la data e il luogo in cui è accaduto, se ci sono stati feriti, eventuali danni ad altri veicoli oltre ad A e B coinvolti, oppure ad oggetti (muretti, vetrine, guard rail…) e le generalità di eventuali testimoni.
Per ogni veicolo indica i dati anagrafici del contraente della polizza, quelli relativi al veicolo, alla compagnia di assicurazione e quelli del conducente al momento del sinistro non dimenticando di riportare i dati della patente. Ti ricordiamo ancora che è di fondamentale importanza che vengano barrate le caselle utili alla descrizione delle “Circostanze dell’incidente”.
Firmate entrambi il modulo per rendere tutto più semplice ed evitare contestazioni successive: se la CAI, compilata in ogni sua parte, viene sottoscritta da entrambi i conducenti implicati, il risarcimento sarà più veloce.
Conserva due copie per te e consegna le rimanenti agli altri soggetti coinvolti; non apportarvi modifiche dopo aver separato le copie, perché le correzioni non sarebbero valide in quanto non presenti su tutte le copie.
Nel caso non fossi provvisto del Modulo Blu potrai raccogliere le informazioni su un qualsiasi foglio, ricordando di annotare con precisione i seguenti dettagli:

• luogo, data e ora dell’incidente;
• numeri di targa dei veicoli coinvolti;
• nome, cognome e codice fiscale dei proprietari dei veicoli e i medesimi dati del conducente se diverso dal proprietario;
• numero di patente e validità;
• denominazione delle compagnie di assicurazione di tutti i soggetti coinvolti ed i numeri di polizza;
• circostanze e modalità dell’incidente;
• danni riportati dai veicoli;
• presenza di eventuali feriti;
• generalità di eventuali testimoni (nome e cognome, codici fiscali, indirizzi, telefoni);
• l’intervento delle Autorità;
• schizzo della dinamica del sinistro
• firma dei conducenti coinvolti

SOCCORSO E ASSISTENZA DOPO L’INDICENTE

Nel caso la tua auto non possa circolare e tu abbia acquistato la garanzia di Soccorso Stradale, contatta immediatamente la centrale operativa (n° verde dall’Italia 800 572 572, e dall’estero il n° +39 02 241 285 70) che è al tuo fianco 24 ore su 24 e, dopo averti chiesto numero di targa o di polizza, provvederà a fornirti assistenza e supporto (invio del carro attrezzi, recupero del mezzo e trasporto alla più vicina officina autorizzata, invio di pezzi di ricambio…)

AVVISACI APPENA TI È POSSIBILE

Se al momento del sinistro hai necessità di sostegno e consigli, non esitare a prendere contatto con la nostra Agenzia per avere il “primo soccorso” utile.
Che tu sia o no il responsabile dell’accaduto, informaci entro tre giorni, di modo che possiamo immediatamente dar seguito alla comunicazione del sinistro ai nostri uffici competenti.

Consegnaci tutta la documentazione raccolta e noi ci occuperemo di aprire la pratica di sinistro e trasmetterla al nostro Centro Periti.

Ti ricordiamo ancora che, per molte tipologie di incidente stradale, accanto al Risarcimento ordinario, dal 2007, è possibile dar seguito alla procedura di Risarcimento diretto (Art. 149 CdA), per cui a pagare i danni non sarà la compagnia d’assicurazione del responsabile dell’incidente, ma noi direttamente.

Il Risarcimento Diretto può avvenire se
• la responsabilità dell’incidente non è tua, o lo è solo in parte;
• i danni alle persone sono di lieve entità (lesioni lievi del conducente e lesioni di qualsiasi entità dei trasportati);
• l’incidente ha coinvolto solamente due veicoli a motore identificati (targati), immatricolati in Italia, Città del Vaticano o Repubblica di San Marino, regolarmente assicurati da Compagnie Assicurative con sede nello Stato italiano.

DOVE RIPARARE IL VEICOLO DANNEGGIATO.

Potrai scegliere di riparare il tuo veicolo dal tuo carrozziere di fiducia oppure rivolgerti ad una delle carrozzerie convenzionate con Cattolica.

Se vorrai rivolgerti al tuo carrozziere di fiducia, verrai contattato dal perito per fissare un appuntamento per la valutazione del danno. Dopo il vostro incontro, il perito stilerà una relazione e invierà la documentazione con la quantificazione del danno alla nostra Compagnia. Il risarcimento potrà essere destinato a te oppure, se lo preferirai, potrai far rimborsare direttamente il carrozziere e/o meccanico che hanno eseguito i lavori di riparazione.

Se invece sceglierai di far riparare la tua auto in una carrozzeria convenzionata non sarà necessario che sia tu ad incontrare il perito: il carrozziere contatterà il perito da noi incaricato che sbrigherà con lui tutte le pratiche del sinistro.

Ricorda ancora che, in caso di sinistro senza tua responsabilità, i danni riportati dal tuo veicolo ed eventuali danni fisici da te subiti verranno interamente rimborsati attraverso la copertura di responsabilità Civile del responsabile dell’incidente. Diverso sarà se sari stato tu a causare l’indicente. I danni sofferti dal tuo mezzo ti verranno rimborsati solo nel caso in cui tu abbia operativa la garanzie Kasko (totale o parziale) e gli eventuali danni alla tua persona verranno liquidati attraverso la copertura Infortuni, laddove operante.

PER CONCLUDERE

A questo punto il liquidatore analizza la tua pratica e definisce gli estremi del risarcimento. Per quantificare al meglio i danni e la dinamica dell’incidente, i nostri liquidatori potrebbero ancora decidere di contattarti per richiederti informazioni aggiuntive.

A seconda della tua scelta, il liquidatore provvederà a saldare la carrozzeria convenzionata oppure a rimborsarti. Per rendere più veloce il pagamento potrai lasciare le tue coordinate bancarie: riceverai il bonifico direttamente sul conto corrente.

CASI PARTICOLARI: VEICOLO ESTERO, SINISTRO ALL'ESTERO...

SINISTRO IN ITALIA CON UN MEZZO STRANIERO

Per chiedere il risarcimento dei danni subiti, si dovrà inviare una richiesta di risarcimento mediante lettera raccomandata con ricevuta di ritorno a: U.C.I. – Corso Sempione n. 39 – 20145 Milano ( tel. 02/34968.1 – fax 02/34968.230) www.ucimi.it. ricordando di indicare le seguenti informazioni:

• luogo, data e ora dell’incidente;
• nazionalità e numeri di targa dei veicoli coinvolti;
• nome, cognome e codice fiscale dei proprietari dei veicoli e i medesimi dati del conducente se diverso dal proprietario;
• numero di patente e validità;
• denominazione delle compagnie di assicurazione di tutti i soggetti coinvolti ed i numeri di polizza;
• circostanze e modalità dell’incidente;
• danni riportati dai veicoli;
• presenza di eventuali feriti;
• generalità di eventuali testimoni (nome e cognome, codici fiscali, indirizzi, telefoni);
• l’intervento delle Autorità;
• schizzo della dinamica del sinistro;
• copia della carta verde del veicolo estero, ove disponibile;
• firma dei conducenti coinvolti;

Fornisci a noi tutta la documentazione raccolta comprensiva di alcune fotografie dei veicoli coinvolti, in cui siano ben visibili i numeri di targa: provvederemo noi a dar seguito alla richiesta danni.
L’Ufficio Centrale Italiano risponderà alla richiesta di risarcimento indicando quale Compagnia italiana sarà incaricata di gestire il sinistro in nome e per conto della compagnia estera assicuratrice del veicolo indicato come responsabile.

INCIDENTE ALL’ESTERO

Per richiedere il risarcimento dei danni subiti puoi rivolgerti al rappresentante nominato in Italia dalla Compagnia assicuratrice estera del responsabile del sinistro.
Per conoscerne il nome del rappresentante, puoi consultare il sito della Consap – Concessionaria Servizi Assicurativi Pubblici spa alla sezione al Centro di Informazione Italiano, che ha il compito di fornire informazioni agli aventi diritto al risarcimento a seguito di un sinistro avvenuto in uno degli Stati dello Spazio Economico Europeo o in Svizzera
Anche in questo caso raccogli il maggior numero possibile di dati, così come riportato al punto precedente e poi fornisci a noi tutta la documentazione raccolta comprensiva di alcune fotografie dei veicoli coinvolti, in cui siano ben visibili i numeri di targa: provvederemo noi a dar seguito alla richiesta danni.

SINISTRO CON VEICOLO NON ASSICURATO O IGNOTO

Per richiedere il risarcimento dei danni subiti puoi rivolgerti al Fondo di garanzia per le vittime della strada gestito da Consap .
Se il sinistro è avvenuto con veicolo non identificato, potrai richiedere il risarcimento per i soli danni alla persona (dal 24 novembre 2007, a seguito del decreto legislativo n.198 del 6 novembre 2007, il risarcimento è dovuto anche per i danni alle cose, con una franchigia di Euro 500,00, in caso di danni gravi alla persona)
Se il sinistro è avvenuto con veicolo non assicurato, potrai richiedere il risarcimento sia per danni alla persona che per danni alle cose con una franchigia, per quest’ultimi, di Euro 500,00 (dal 24 novembre 2007, a seguito del decreto legislativo n.198 del 6 novembre 2007 i danni alle cose verranno risarciti integralmente).
Fornisci a noi tutte le informazioni che avrai potuto raccogliere comprensive delle fotografie del veicolo non assicurato coinvolto, in cui siano ben visibili i numeri di targa: provvederemo noi a dar seguito alla denuncia.